lunedì 28 febbraio 2011

Prima pagina

Anche la rosa celebra la vittoria del Tirrenia e in particolare le doppiette messe a segno dalla coppia d'attacco Di Girolamo-Gallicchio, capaci di segnare insieme 11 delle 23 reti stagionali tirreniesi, praticamente la metà. Il giornale, edizioni Costa, celebra il goal del 1-0 di Gallicchio, messo a segno di tacco.
Ecco il video della gara. Strepitosi il primo e il quarto goal, che probabilmente rivedremo a fine stagione nella parade dei più bei goal stagionali.

Di Girolamo e Gallicchio gemelli del goal


TIRRENIA – ATLETICO PINI 4-1


Tirrenia: Romoli, Merli (73’ Arena), Gerosolimo, Costa, Migliorini, Cini, Gallicchio (64’ Martelloni), Perniconi, Di Girolamo, Boldrini Marcello (75’ Graziano), Boldrini Marco. A disp. Boscaini. All. Boldrini M.
Atletico Pini: Corci, Corozzi, Xheraj, Truglio, Fall, Lio, Sireci, Prex, Lunardi, Ramagli, Pini F.. All. Pini F.
Arbitro. Giusti di Pisa.
RETI: 45’ e 57’ Gallicchio, 72’ e 79’ Di Girolamo, 81’ Lio su rig.
NOTE: ammoniti Merli, Pini F., Lio.

Dopo un abisso profondo dieci gare e due miseri punti, il Tirrenia torna alla vittoria, trascinata dalla coppia d’attacco Gallicchio-Di Girolamo. I tre punti consentono alla formazione litoranea di superare proprio l'Atletico Pini e agganciare il Chianni a quota 14. L’Atletico Pini era in versione rimaneggiata e, falcidiato dalle decisioni del giudice sportivo dopo il caldo dopopartita contro il Casale Marittimo, si presenta con soli undici effettivi. Ma è arcinoto che le squadre di Flavio Pini non sono mai dome e scendono nell’arena calcistica sempre per vincere. Infatti, nei primi dieci minuti i labronici mettono sotto un Tirrenia che sembra in giornata ariosa. Un opportuno assestamento quadra la formazione locale che sfrutta soprattutto le corsie laterali con gli sprinter Gerosolimo e Merli sugli scudi. Il Tirrenia impegna il giovane portiere Corci dalla distanza con Gallicchio, Perniconi e Boldrini Marcello, ma la più nitida occasione capita al 37’ a Di Girolamo, ben imbeccato da Gallicchio su un contropiede da manuale, ma murato dal bravo portierino dei Pini. Dopo che l’arbitro ha alzato due dita per segnalare il recupero, il Tirrenia trova la via del goal. Una progressione inarrestabile di Merli, che serve Di Girolamo, che dal fondo crossa per Gallicchio (foto), che di tacco alla Crespo infila l’impietrito Corci per il vantaggio locale. Nella ripresa rimane ai box l’infortunato Truglio e il Tirrenia può beneficiare anche della superiorità numerica. Il Tirrenia non vuole correre rischi e non si limita all’accademia, cercando di concretizzare. Al 57’ un tiro rimpallato di Boldrini Marcello capita sui piedi di Gallicchio, che trafigge Corci per la seconda volta. I toni si inaspriscono e il Sig. Giusti è costretto a ricorrere ai cartellini su Lio, Merli e Pini F. L’Atletico Pini gioca le ultime cartucce per riaprire l’incontro, prima con Lio su punizione, deviata in corner dall’estremo locale. Quindi, proprio sugli sviluppi dell’angolo, è Ramagli ad impegnare Romoli nell’unica sua parata del match. Il Tirrenia avrebbe praterie, ma mostra il solito difetto della scarsa concretezza e della ricerca delle soluzioni difficile. Ci vuole allora uno spunto personale di Di Girolamo (foto 2) per portare a tre le marcature. E dopo pochi minuti è ancora il bomber del Tirrenia a credere ad un pallone invitante di Perniconi, e segnare con un bel tiro a giro sotto l’incrocio dei pali. L’arbitro Giusti sugli sviluppi di una punizione inventa di sana pianta un penalty per l’Atletico, mancando di rispetto alla formazione ospite, con Pini F. che abbandona il campo in segno di protesta. Lio trasforma. C’è ancora spazio per un palo di Martelloni, con Graziano che ribadisce in rete, annullata giustamente per off-side e per una bella occasione con Martelloni che al volo su cross di Graziano non trova la porta. Nel Tirrenia migliori in campo indubbiamente Di Girolamo e Gallicchio.

sabato 19 febbraio 2011

Merli paga, Rametta incassa

Grande allenamento ieri al campo di Cittadella. Marco Merli paga la scommessa per la sconfitta della beneamata Inter sul campo della Juventus e disputa la partita indossando la maglia bianconera (filmato).


video


La successiva foto mostra invece un sorridente Marco Merli che corre sulla fascia con la maglia juventina.


Chi incassa invece è Rametta, che ha ricevuto un importante regalo da parte della squadra. Per la cronaca la partitella è stata terribilmente divertente e si è chiusa con un pirotecnico 7-6. Nel primo tempo la squadra di mister Boldrini, dopo essere andata sotto per una rete dalla distanza di Marcello Boldrini, aveva ribaltato la situazione con una tripletta di Gallicchio e un successivo tris di Di Girolamo. Ma proprio Merli con la maglia della Juventus guidava la rimonta, chiusa dal decisivo goal di Arena.

martedì 15 febbraio 2011

Il segreto di mare

Decliniamo ogni responsabilità personale in merito alla foto pubblicata di cui non siamo colpevoli (redazione Tirrenia).
.

lunedì 14 febbraio 2011

MERCOLEDI' CENA AL CIRCOLO



MERCOLEDI' ALLENAMENTO ORE 20 AL CAMPO DELLA CITTADELLA E A SEGUIRE CENA AL CIRCOLINO!!!

mercoledì 9 febbraio 2011

Il Miglio Verde


Per la rubrica amarcord presentiamo oggi un Alessandro Migliorini giovanissimo, all'epoca in cui vestiva con Gallicchio la maglia dei minicalciatori dello Zambra. Difensore centrale di statura, nato il 4 febbraio 1989 è elemento cardine della linea verde del Tirrenia, in questa foto ancor "più verde"

domenica 6 febbraio 2011

Continua il periodo nero

VADA - TIRRENIA 1-0

Vada: Sinigaglia, Martinelli, Lastri, D'Argenio, Orazzini, Guarguaglini, Colantuoni, Clausi, D'Ecclesia, Burchianti, Poli. A disp.: Chiti, Paperini, Staccioli, Demi, Bartoli, Di Pietro, Iarrusso. All. Monti.
Tirrenia: Romoli, Merli, Gerosolimo, Cini, Martelloni, Migliorini (46' Di Cocco), Gallicchio, Perniconi, Di Girolamo (42' Boscaini), Bandini, Welew (90' Costa). All. Boldrini M.
Arbitro. De Masi di Pisa.
RETE: 62' D'Ecclesia
NOTE: espulso al 40' Romoli. Ammoniti Gerosolimo, Martelloni, Welew, Bandini, D'Ecclesia, Burchianti, Clausi, Colantuoni.
Il Tirrenia esce sconfitto dalla trasferta di Vada, in una partita che sulla carta vedeva favorita la formazione di mister Monti, che ha conquistato l'intera posta in palio pur al cospetto di un Tirrenia che si è difeso con ordine. Su un campo adatto per giocare a calcio, anche se non erboso, il Tirrenia parte col consueto 4-4-2 e soprattutto nei primi minuti impensierisce il Vada sull'asse di Gallicchio. Il Vada in maglia amaranto, risponde con alcune folate offensive, contenute senza difficoltà dalla coppia centrale Cini-Migliorini e la partita scorre su binari relativamente tranquilli. La prima occasione del Vada giunge solo al 34' con un rasoterra velenoso di Burchianti dal limite, che trova Romoli pronto alla respinta e Migliorini libera l'area. Al 40' un brutto episodio vivacizza una partita sin qui tranquilla: il Vada con antisportività porta avanti un azione con Welew a terra, la palla lanciata lunga giunge a D'Ecclesia, che supera Romoli in uscita e calcia a rete, ma Cini è bravo a respingere sulla linea. La furbata cercata dai giocatori locali scatena le ire dei tirreniesi e Romoli e Merli si avventano su D'Ecclesia, che stramazza al suolo tenendosi il volto tra le mani con una plateale sceneggiata. Ne fa le spese Romoli, che vede sventolare il cartellino rosso da De Masi, mentre il povero Di Girolamo è costretto giocoforza ad uscire per far posto a Boscaini. Il gioco rimane fermo forzatamente per alcuni minuti ed è ormai tempo di spogliatoi. Piove sul bagnato con l'infortunio di Migliorini, e la ripresa si apre con un nuovo assetto: 3-4-2 per coprire meglio la zona centrale del campo. L'inferiorità numerica costringe il Tirrenia ad agire di rimessa, ma la squadra continua a coprirsi con tranquillità, anche se al 55' Boscaini deve superarsi per respingere col piede una conclusione ravvicinata di D'Ecclesia, ben pescato in area da un lancio di un compagno. Tuttavia, nulla può al 62' quando Clausi supera Gallicchio e crossa in area per lo stesso attaccante che di testa mette a segno la rete che risulterà decisiva. Il Tirrenia non corre il rischio di prestare il fianco, vista l'inferiorità numerica, e continua a cercare il gioco di rimessa, conquistando alcune pericolose punizioni dalla trequarti che però non sortiscono l'effetto sperato quando vengono calciate in area di rigore. Al 85' ci prova Gallicchio con una conclusione da lontano, preda dell'attento Sinigagliesi. Bene nel Tirrenia Cini e Martelloni.