giovedì 30 dicembre 2010

Il Brunello è di Tirrenia



Ieri si è svolta presso il circolino l'attesissima cena di Natale 2010, che aveva subito ben due rinvii a causa delle avverse condizioni meteorologiche delle ultime settimane. Nonostante le numerose defezioni dovute all'ondata di virus parainfluenzali e all'assenza del cospicuo bacino di studenti, la cena è stata a buon rendere un successo enogastronomico e un'occasione ulteriore di divertimento. Questo il menù della lauta cena:

  • Sbandierata di antipasti misti di terra
  • Bittico di primi: risotto salsiccia e zafferano e spaghettoni all'amatriciana
  • Arrosto misto di carne e patate arrosto
  • Dolce della casa a scelta tra quattro differenti speciali


Il tutto annaffiato generosamente dal Merlot delle Venezie che è scorso a torrenti. Da annotare che era la prima cena dei due nuovi acquisti del mercato di riparazione: il portiere Alessio Boscaini, proveniente dal Gello e il difensore Alessandro Migliorini, di provenienza Perignano. Infine, graditissima, divertente e inaspettata sorpresa il regalo della società ai ragazzi e ai membri dello staff: una bella bottiglia di originale Brunello con sopra apposta un'etichetta personalizzata dell'U.S. Tirrenia in cui gli ingredienti del vino sono i nomi di tutti i componenti della squadra, mentre i solfiti sono i membri dello staffo tecnico e dirigenziale.

Infine, durante la cena Gallicchio è stato accusato da Puglia di essere stato disastroso nella partitella d'allenamento che ha condannato per la prima volta i due al versamento dell'obolo nella cassa comune (nella foto il chiarimento tra i due a lieto fine).

GUARDA LE FOTO DELLA CENA

martedì 28 dicembre 2010

BOTTI DI FINE ANNO

DOMANI SERA 29 DICEMBRE
DOPO L'ALLENAMENTO LA SOCIETA'


OFFRE A TUTTI I RAGAZZI LA CENA DI FINE ANNO


AL CIRCOLINO

sabato 25 dicembre 2010

lunedì 20 dicembre 2010

Rotolano i primi palloni




Arrivano le festività di Natale e in casa Tirrenia rotolano veloci i primi palloni comprati con i proventi delle partitine infrasettimanali. Da alcune settimane ormai, su una bella idea di black mamba Martelloni, durante le partitelle conclusive dell'allenamento viene messo in palio 1 euro che, al termine dell'incontro, viene versato in una cassa comune, gestita dal feroce esattore Romoli. Raggranellata in breve tempo una somma cospicua, anche grazie ai contributi liberali di Bandini, Merli e dello stesso Martelloni, la coppia Merli-Martelloni ha comprato 4 palloni nuovi di zecca, che saranno ovviamente usati anche e soprattutto nelle stesse partitine di fine allenamento.

Entusiasti i commenti dei bomber Di Girolamo e Spagnolo, che hanno dichiarato in una conferenza stampa congiunta: "con i palloni gialli della Kipstar era impossibile tirare in porta in modo decente. Ora che abbiamo i palloni nuovi potremo finalmente allenarci a fare un tiro di tanto in tanto durante l'allenamento".
Per la cronaca, nell'ultimo allenamento sono stati 476 i tiri in porta messi insieme dai due....



E a proposito di Spagnolo, vittoria indiscussa nel sondaggio e va a lui il Man of the Match della settimana che lo proietta a 5 punti in classifica. Primi 3 punti per Di Cocco che ottiene 3 voti e secondo punto per Bandini N., terzo classificato.

venerdì 17 dicembre 2010

Scatti e immagini di Tirrenia - Casale

Della sfortunata sconfitta con il Casale abbiamo anche le foto. Proponiamone alcune:


La prima del "Miglio" con la maglia del Tirrenia
Perniconi, Martelloni e Bandini in riunione...

Palo di Spagnolo. Maledizione!

Capitan Perniconi protesta, Di Cocco è sconsolato


La rete dello 0-2

Merli supera un esausto Bandini



PER VEDERE LE ALTRE FOTO CLICCA QUI



giovedì 16 dicembre 2010

CENA DI NATALE


VENERDI' DOPO L'ALLENAMENTO TUTTI AL CIRCOLINO PER LA CENA DI NATALE OFFERTA DALLA SOCIETA'.

PREVISTO IL TUTTO ESAURITO!

lunedì 13 dicembre 2010

Sondiamo il Man of the Match



Nuovo tentativo di assegnazione democratica della giuria segreta per l'assegnazione del Man of the Match di Tirrenia - Casale Marittimo. Dopo l'assegnazione decisa d'ufficio dalla giuria nell'ultima gara disputata due settimane orsono contro il Chianni, facciamo debuttare ufficialmente il nuovo sondaggio che consente di assegnare solo un voto da ogni postazione. Ricordiamo che la foto è un copyright di Matteo Costa e che la polizia postale citerà chiunque tenterà di salvarla sul proprio pc. Questi i candidati prescelti:

  1. Bandini Nicola: una partita di sostanza, condita da tre assist che mandano a segno Spagnolo e conducono il Tirrenia a colpire il montante che nega un meritato pareggio a pochi minuti dal termine.

  2. Spagnolo Luigi: gioca 19 minuti, tocca tre palloni ma li trasforma in oro zecchino come Re Mida: 2 reti e un palo, tutti su conclusioni volanti. Da copertina il goal del momentaneo 1-2, con un gesto tecnico di rara pregevolezza. Spagnolo spalle alla porta da fuori area si vede arrivare un pallone e, senza nemmeno addomesticarlo, si gira su stesso di 180 gradi e scaglia un sinistro volante improvviso con la gamba perpendicolare al busto che finisce sotto l'incrocio dei pali con tanto di giro a uscire.

  3. Di Cocco Alessio: viene da una serie di prestazioni positive, anche a Chianni era stato in odor di nomination ed è sempre più titolare. Una prestazione fatta non solo di tecnica, ma anche di sostanza in un centrocampo che inizia a trovare una fisionomia degna dei nomi che lo compongono.

Non basta Spagnolo

TIRRENIA - CASALE MARITTIMO 2-4 (0-1)


Tirrenia: Romoli, Merli, Costa (64' Arena), Martelloni, Cini, Migliorini, Perniconi (77' Graziano), Gallicchio (79' Bandini A.), Di Girolamo (71' Spagnolo), Bandini N., Di Cocco (60' Teresi). A disp. Boldrini M. All. Boldrini M.

RETI: 33' Castelli, 50' Minutella, 74' Spagnolo, 82' e 87' Disegni, 91' Spagnolo.


Il Casale Marittimo ottiene la prima vittoria esterna in questo campionato sul campo del Tirrenia, al termine di una gara dove la fortuna ha girato le spalle ad un Tirrenia comunque volenteroso in due episodi chiave: il rigore fallito sullo zero a zero e il palo di Spagnolo sul 1-2. Gli ospiti sono stati capaci di capitalizzare al meglio le occasioni create nell'arco della gara, profittando dei momenti di black-out del Tirrenia. E dire che la partita era iniziata col piede giusto per i litoranei che stringevano d'assedio la compagine casalese, sciorinando un bel calcio e non concedendo nulla all'avversario e l'occasione giusta capitava al settimo. Gallicchio dalla sinistra pennella a centro area, la difesa ospite cincischia e Roccia Di Girolamo arpiona il pallone e viene colpito nettamente dal difensore avversario. L'arbitro Di Pace non ha dubbi e decreta il rigore, ma Piazza intuisce la traiettoria di Perniconi, e sulla respinta Di Girolamo sfiora il palo. Tirrenia sfortunato per non aver fatto pendere la bilancia dalla sua parte ma comunque energico e concentrato. La prima occasione ospite arriva solo al 27' quando Romanacci sfrutta un'incertezza difensiva e calcia a botta sicura da pochi metri trovando la respinta di Romoli in angolo. Al 33' però gli ospiti passano con una rete da antologia, una lunga rimessa laterale pesca in area Castelli che sbilanciato colpisce violento in rovesciata, Romoli tocca appena il pallone che sbatte sulla faccia interna della traversa e finisce nel sacco. Nel secondo tempo la volontà del Tirrenia si infrange su un contropiede che vede Minutella in sospetto fuorigioco scartare Romoli e depositare in rete. Il goal demoralizza ovviamente i biancoverdi che si trovano ora a dover recuperare un doppio svantaggio e il Casale dà l'impressione di poter controllare la gara. A ravvivare gli animi ci pensa allora il nuovo entrato Spagnolo (foto), che rivaleggia con Castelli per bellezza dei goal: l'attaccante tirreniese è il terminale di una bella triangolazione tra Perniconi e Bandini N., riceve un pallone ad altezza "petto" e, spalle alla porta, non ci pensa su due volte, si coordina e tira al volo da fuori area pescando l'incrocio dei pali. Una rete bellissima del bomber di Otranto, che accende il Tirrenia. Ma la fortuna non sorride agli uomini di Boldrini: Bandini batte una punizione dalla trequarti e pesca in area ancora Spagnolo, che colpisce al volo a botta sicura, ma la palla schizza sulla parte interna del palo e torna tra le mani di Piazza. Questione di centimetri è anche quella che raffredda di nuovo le speranze del Tirrenia, quando Disegni dal limite indovina una beffarda traiettoria che colpisce la parte interna dell'incrocio, rimbalza sulla linea ed entra in rete. Il Casale a questo punto gioca sulle ali dell'entusiasmo e affonda in un Tirrenia ferito e nervoso, trovando anche il quarto goal su una distrazione collettiva del Tirrenia. Nel finale serve solo per le statistiche e per incornicare la sua bella prestazione, il secondo goal di Spagnolo, ancora su assist di Bandini. Per il Tirrenia un'occasione per fare punti e morale buttata al vento: sicuramente la squadra aveva di fronte un avversario di spessore, ma un pizzico di fortuna e qualcosa in più avrebbero permesso ai litoranei di stringere dei punti tra le mani. Bene nel Tirrenia Spagnolo che in venti minuti con due reti e un palo dimostra il suo potenziale.

sabato 11 dicembre 2010

MBC: Merli Broadcasting Corporation



Tanto attesa e finalmente nata. La MBC - Merli Broadcasting Corporation è finalmente una realtà. La nuova compagnia di trasmissioni pubbliche via internet di video fa capo a Marco Merli (foto), classe 1982, terzino destro del Tirrenia, che è rinato sotto il direttorio Boldrini dopo la burrascosa esperienza della scorsa stagione. Marco al momento è stata una delle sorprese di questa stagione, già 4 volte a punti nel Man of the Match assegnato dalla giuria segreta, presente da titolare in tutte le gare sin qui disputate dalla compagine litoranea e uno dei più presenti alle cene al circolo. A proposito delle cene al circolo, sembra che ieri alcuni partecipanti abbiano lamentano curiosi sintomi al termine della cena dopo la crema di mascarpone (filmato).
Ma ora ecco che presentiamo con grande ammirazione la prima realizzazione della MBC. Tutt'altra cosa rispetto ai video un pò naif della redazione: una grande qualità di montaggio video e audio che lascia a bocca aperta, anche perchè realizzata con pochissimo materiale a disposizione.

E' in arrivo la corazzata



Domenica alle 14:30 al campo Abetone il Tirrenia affronta il Casale Marittimo, la squadra accreditata dagli addetti ai lavori come la grande favorita del campionato. E non possono non fare effetto i numeri del Casale Marittimo, che si trova a 15 punti in classifica con una gara in meno, e quindi virtualmente secondo, nonostante un calo pesante nella giornate dalla quarta alla sesta del campionato. Calo dal quale il Casale Marittimo si è ripreso benissimo di recente, sconfiggendo nell'ultima tornata la capolista Red Devils Castelfranco col punteggio vistoso di 6-1, a dimostrare ulteriormente se ce ne fosse bisogno, la complessità del girone del domenica. Ma ancor più sorprende del Casale Marittimo la media reti: 26 goal fatti in 8 gare disputate (34 su 10 se consideriamo le due gare di Coppa contro il Sasso Pisano), con una media che sfiora le 3,5 reti a partita. Mostruosa, ma logica se in attacco puoi vantare elementi del calibro di Spagnoli, Romanacci e Disegni, giocatori che i campi di terza categoria li calcano occasionalmente e non per caso. Se c'è una squadra costruita per la vittoria finale e per ammazzare il campionato è indubbiamente questa.

Fatta questa premessa, per il Tirrenia dunque domenica c'è la possibilità concreta di cercare un risultato doppiamente importante, per la classifica e per il morale, magari anche con l'ausilio del fattore campo. Si scende sempre in campo undici contro undici e vince la squadra, non i singoli. Domenica mister Boldrini avrà a disposizione l'intera rosa, con l'eccezione di Puglia, Welew e Rametta. Tra i convocati anche il nuovo acquisto Alessandro Migliorini, proveniente dal Perignano. La convocazione è fissata alle ore 10:30 al circolo Tirrenia, con pranzo previsto per le ore 11. Chi passa dalla "strada 2" faccia attenzione al monte di ghiaia. Arbitrerà Di Pace Giacomo (quadro delle designazioni).

venerdì 10 dicembre 2010

Gentile: vecchia bandiera livornese


Giuseppe Gentile, pluridecorato ex del Tirrenia, membro della vecchia guardia livornese. La tua ultima gara uno Stella Azzurra - Tirrenia 0-1 con annesso sorprasso e vittoria del campionato... ovvero il modo ideale di "chiudere" una carriera col botto! Ricordi e impressioni di quella storica giornata (1 aprile 2007) che rimarrà nei cuori di tutti noi?
Che dire... penso sia stata l'emozione più grossa del mio periodo a Tirrenia. Ricordo tutto come se fosse ieri: pubblico numeroso, avevamo ancora il dente avvelenato dalla partita di andata. Partita veramente dura con pochissime azioni da gol. Poi a metà del secondo tempo.. lancio lungo per camporese, assist per Vivaldi e 0-1!!!!!! Finale con miracolo del grande Romoli e tutti a casa con il titolo!! Ho ancora a casa la maglia numero 11 di quella giornata! Indimenticabile!

Visto che per motivi di lavoro ti trovi ormai stabilmente in Olanda, non limitiamoci a parlare di pallone. Consigli per qualcuno di noi che volesse passare dalla terra degli Orange?
Consigli per l'Olanda, beh passate da Amsterdam e qualcosa da fare lo trovate di sicuro :-) !!! E una raccomandazione, non venite in inverno perchè fino a ieri il termometro segnava -8!!!! Bella mia Tirrenia!!!!

Vuoi fare un saluto in particolare?
Saluto tutti ma in particolare la nuova banda di Livornesi che più o meno conosco già!!! Forza Ragazzi riportate questo tirrenia in seconda!!!!!

Atletico Pini - Montecastello X2
Chianni - Giovanile Staffoli 1
Red Devils Castelfranco - Sasso Pisano 1
Sporting - Fauglia il Guasticce 1
Tirrenia - Casale Marittimo 1
Vada - Bellaria Cappuccini 1X
Villamagna - SPAS Staffoli 2

lunedì 6 dicembre 2010

I viaggi del circolino: gita a Gallicchio

L'U.S. Tirrenia organizza un viaggio-pellegrinaggio in Basilicata nel paese di Gallicchio, provincia di Potenza, un piccolo paese di nemmeno mille abitanti, assurto alle cronache nazionali di recente per l'omonimia con il golden boy di casa Tirrenia, autore del primo goal di spalla in 46 anni di gloriosa storia biancoverde. L'organizzatore dell'evento è il direttore sportivo Giacomo Corci. Ecco il programma dell'evento (costo 12 euro):
  • Ore 8: ritrovo al circolo Tirrenia con crostata di more e caffè inclusi nel prezzo. I giornali sono di tre giorni prima. Gerosolimo è infortunato e non partecipa.
  • Ore 8:30 partenza dal circolo con possibilità di noleggiare un Hovercraft fino alla Pisorno, oppure di ricorrere alla navetta guidata dall'ingegner Cini.
  • Ore 8:45 una volta che siamo tutti sulla Pisorno, partenza in direzione del paese di Gallicchio in rigida fila indiana con fermata al Decathlon per prendere Terence. Sono previste due soste in autogrill, una per pranzo e una per sgranchirsi le gambe.
  • Ore 17:00 arrivo a Gallicchio (Tiziano viene direttamente là) e amichevole con la squadra locale U.S. Gallicchio. Giancarlo giocherà un tempo con noi e uno con loro. Puglia deve scontare una vecchia squalifica di un torneo di 6 anni fa e ci seguirà da bordo campo in macchina.
  • Ore 20:00 festa in paese con la comunità gallicchiese. Firma degli autografi da parte di Giancarlo e visita alla sala computer della scuola per consentire a Di Girolamo e Merli di votare il man of the match.
  • Ore 21:00 cena con scambio enogastronomico. il circolo US Tirrenia porterà la specilità della casa: una speciale carne bianca dal sapore agrodolce.
  • Alle 22:00 Gallicchio sarà premiato con un spalla di maiale da Bandini e Puglia, mentre Dario Boldrini si esibirà con la locale band dei "Gallicchio Boys".
  • Ore 24:00 partenza per tornare in città. Ci lasceranno Teresi, Magazzù, Graziano, Spagnolo e Rametta che ne approfitteranno per anticipare le vacanze di Natale a casa.
ANSA ULTIM'ORA: il paese di Navacchio ha preso contatto con lo studio associato degli Avvocati Perniconi e Martelloni per citare il Comune di Gallicchio per essersi appropriato la paternità di essere la patria calcistica del golden boy tirreniese. Sembra che l'avvocato Perniconi abbia già agli atti alcuni documenti che testimonierebbero che Gallicchio in realtà è nato nel corso di una sfilata di moda a Milano...

N.D.I.C.


N.D.I.C. sarà la dicitura che riporterà il bollettino del prossimo mercoledì sera: significa Non Disputata per Impraticabilità di Campo. Si è conclusa quindi senza nemmeno iniziare l'attesa sfida di Santa Croce tra Giovanile Staffoli e Tirrenia. Molte le pressioni della squadra locale per rinviare l'incontro mentre il Tirrenia inizialmente avrebbe voluto giocare, anche perchè all'apparenza il terreno di gioco sembrava in buone condizioni. Tuttavia, in seguito ad un sopralluogo con i due capitani, e a un paio di telefonate in Federazione, l'arbitro Mattu optava definitivamente per il rinvio. Un fango colloso e infido avrebbe messo a rischio le ginocchia dei giocatori. A questo punto si attende la decisione della Federazione per sapere quando l'incontro verrà disputato, mentre le due squadre si sarebbero anche trovate d'accordo per l'inversione dei campi, ovvero giocare l'andata all'Abetone. Vedremo se queste indiscrezioni saranno confermate. Questo il Tirrenia che sarebbe partito dal primo minuto:

Romoli, Merli, Spagnolo, Boldrini Marco, Costa, Cini, Perniconi, Martelloni, Di Girolamo, Di Cocco, Gallicchio. A disp.: Magazzu, Teresi, Arena, Boldrini D., Boldrini Marcello, Bandini N.
In settimana allenamenti previsti per MARTEDi' e VENERDI'. Infatti essendo l'otto dicembre un giorno festivo, la maggioranza ha deciso per allenarsi il martedì. L'appuntamento è alle ore 20 al campo di Calambrone con successiva cena al circolo.

sabato 4 dicembre 2010

Occhio alla Giovanile Staffoli


Domani alle 14:30 a Santa Croce sull'Arno si disputa Giovanile Staffoli - Tirrenia, gara valevole per la nona giornata d'andata del campionato di terza categoria pisano. Un incontro che si preannuncia complicato, con la Giovanile Staffoli che è una squadra molto cresciuta rispetto alla passata stagione. A dispetto della posizione di classifica infatti, la squadra locale ha totalizzato i suoi 4 punti tutti in casa, sconfiggendo una formazione forte come il Vada e pareggiando con il Villamagna. Non solo, nell'ultimo turno la Giovanile Staffoli non ha giocato per l'impraticabilità del campo Tamberi dove avrebbe dovuto affrontare l'Atletico Pini e pertanto ha potuto recuperare diversi giocatori acciaccati che saranno pienamente a disposizione nella gara contro di noi. Infine, occorre rimarcare che è una delle migliori difese del campionato quella con cui ci dovremo confrontare. La direzione dell'incontro è affidata a Mattu (quadro delle designazioni).
In casa Tirrenia invece bisogna purtroppo fare la conta con alcuni assenti per squalifiche, acciacchi e infortuni, come Gerosolimo (foto), Puglia, Rametta, Bandini A. e Welew. Il ritrovo dei giocatori è fissato alle ore 10:30 al circolino perchè l'inizio del pranzo è previsto alle 11 per non partire con la crostata in mano come l'ultima volta! Si prega e raccomanda pertanto la massima puntualità.
Piccola curiosità, nelle sezione statistiche, ne è stata introdotta anche una specifica su pali e traverse che per il momento vede in testa il buon Martelloni. Se vi ricordate qualche legno che mi sono dimenticato segnalatemelo che provvedo ad inserirlo.

La giuria ribalta il verdetto


Decisione clamorosa della giuria segreta che ribalta il verdetto del sondaggio. E' risultata abbastanza evidente infatti la falsificazione del voto, con l'espressione di un numero abnorme di voti, ben ottantaquattro. La logica sottesa all'assegnazione democratica del premio infatti è quella di non voler lasciare tutto nelle mani della giuria segreta, ma è altrettanto gradita la moderazione e che il voto di un singolo non sia surclassato da voti multipli di altri. Pertanto, nell'attesa di lanciare a partire dalla prossima settimana il nuovo sondaggio, stavolta la giuria decide di assegnare d'ufficio l'ambito premio. Il Man of the Match va pertanto ad Andrea Di Girolamo che con la sua doppietta e il suo assist a Gallicchio è stato decisivo per la vittoria in quel di Chianni. La seconda posizione se la aggiudica Romoli, decisivo soprattutto nel primo tempo con il risultato in bilico grazie al rigore parato e a un bel salvataggio col piede di richiamo su conclusione ravvicinata. Infine, il gradino più basso del podio al generoso Merli, uscito al 60esimo e che insieme a Bandini N. ha consumato tutta l'acqua calda per il piacere di tutti noi!
Ecco quindi come si presenta la classifica generale dopo otto giornate: Di Girolamo si aggiudica il secondo Man of the Match in poche giornate e balza in testa, seguito proprio da Romoli che scavalca diverse posizioni. Merli invece si attesta nei quartieri alti, pronto a balzare davanti a tutti.

giovedì 2 dicembre 2010

Into the wild...

Branchi... i leoni, le orche, le formiche legionarie, i piranha dal ventre rosso, i licaoni, gli scimpanzè, i lupi... non poteva mancare un documentario della National Geographic dedicato al branco del Tirrenia... dalla iena Costa a black mamba Martelloni

mercoledì 1 dicembre 2010

Martini: Staffoli deve essere la svolta del Tirrenia.

L'intervista e il gioco a pronostici della settimana sono stati affidati a Simone Martini, una delle penne più autorevoli del calcio dilettantistico pisano, con anni di lunga esperienza professionale alle spalle.

Simone Martini, giornalista del Tirreno e vice-direttore di Pisanews, esprimi un tuo giudizio sui due gironi di Terza Categoria giunti ad 1/4 di campionato ormai.
Per quanto riguarda il campionato di Terza, il gruppo A mi sembra più tecnico con squadre forse più attrezzate. Mi aspettavo qualche cosa in più dal Terricciola anche se con la vittoria contro il Vecchiano ha mostrato di essere in ripresa. Tra le squadre che ancora non hanno espresso tutto il loro potenziale metterei la Bellani che sembra accusare qualche colpo soprattutto in casa. Il Vecchiano è partito bene e forse ora accusa i campi pesanti visto il tasso tecnico di alcuni elementi. Da valutare fino in fondo la Garzella che ha accusato un calo ma sembra in grado di lottare per i play off. Situazione simile per il Gello. Sta invece vivendo un buon momento l'Aurora. La squadra di Barbaricina sta risalendo la classifica e potrebbe essere la sorpresa. Non dovrebbero esserci sorprese nel campionato del Filettole forse inferiore alle attese. Peccato per San Sisto, La Cella e Porta Nuova dalle quali, pur proveniendo dal mondo amatoriale, era lecito aspettarsi di più. Nel girone B sorprende il primato dei Red Devils, anche se lo Sporting 2000 è ad un passo ed anche il Casale può riavvicinarsi. Penso che la grande favorita fosse il Casale assieme al Sasso Pisano che non riesce però a decollare. Ma alla fine penso che l'esperienza della squadra di Porta a Mare e della Bellaria potrebbero venir fuori. Per quanto riguarda il Tirrenia, l'avvio di stagione forse aveva fatto pensare ad un campionato diverso. La vittoria di Chianni può aver rialzato il morale e la squadra ha i mezzi per risalire la china.

Oltre che per il tuo lavoro, conosci il mondo del calcio dilettanti anche dall'interno, parlaci della tua squadra.
Personalmente vivo il calcio non solo da giornalista, ma anche da tecnico. Da circa dieci anni alleno i portieri e da tre ho iniziato ad allenare la categoria Allievi e Juniores. Avevo cominciato a Piazza al Serchio visto che abito in Garfagnana, ma dopo sei giornate ho ritenuto opportuno rassegnare le dimissioni per visioni diverse con la società. Quindi al momento, come si suol dire, sono in attesa di altre opportunità.

Bellaria Cappuccini-Atl.Pini: credo che non ci siano problemi per i pontederesi che dovrebbero aver vita facile. 1
Giovanile Staffoli-Tirrenia: il Tirrenia deve dare continuità al buon momento e la gara di Staffoli può essere la svolta. X2
Casale Marittimo-Red Devils: scontro diretto tra due favorite alla vittoria finale. I locali se vogliono risalire devono approfittare dell'occasione. 1
Fauglia il Guasticce-Vada: la squadra livornese non dovrebbe faticare sul campo del Fauglia. 2
Montecastello-Villamagna: due squadre ancora deluse dall'avvio del campionato, ma il Villamagna ha comunque due gare in meno. Sembra una gara all'insegna dell'equilibrio. X
Spas Staffoli-Chianni: sulla carta una gara dall'esito scontato. 1
Sasso Pisano-Sporting 2000: il Sasso è chimato alla riscossa ma non sarà facile. X

lunedì 29 novembre 2010

Can't stop the rock

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: per chi non legge Twitter o non c'era o non ha sentito. Questa settimana ci alleniamo MERCOLEDI' (non martedì per far capire i duri!) alle ore 20 sul campo in sintetico del Calambrone. Dopo l'allenamento è in programma una maxi-cena al circolo con visione di Lech Poznan - Juventus e annesse offese e controffese. Dopo la partita invece guarderemo i documentari della National Geographic, da cui il nostro Black Mamba ha tratto ispirazione già domenica.
Nella raccolta video è disponibile la sintesi di Chianni - Tirrenia, per tutti coloro che desiderassero ripercorrere il film della partita di ieri o vederla per la prima volta. Nel filmato trovate tutti gli episodi salienti della partita, potete udire il "colore" della tifoseria chiannerina e la strombazzate di clacson di Paolino! Il montaggio è sulle note della canzone degli Apollo 440, "Stop the rock", dedica meritata per la doppietta del nostro "roccia".
Ultima chicca, il secondo goal stagionale di Gallicchio, il terzo della squadra quindi quello decisivo per la vittoria. Le statistiche dicono che Gallicchio ci ha dato sei punti su nove (pregate per noi). Ma ecco il segreto: in settimana mister Boldrini aveva discusso con Gallicchio e Di Girolamo gli schemi d'attacco in vista del Chianni (FILMATO).
Visto l'ottimo riscontro della passata settimana, anche stavolta il Man of the Match sarà assegnato ricorrendo al sistema del sondaggio tra un trio di nominativi prescelti dalla giuria segreta. Vi ricordo che al termine del sondaggio, che durerà 48 ore, al primo classificato andranno 5 punti, al secondo 3 e al terzo 1. I candidati della settimana sono:
  1. Di Girolamo Andrea: doppietta per l'ariete tirreniese che diventa il capocannoniere in solitaria del Tirrenia. Segna il secondo goal della squadra trafiggendo il portiere con freddezza, e nella ripresa va a rete nuovamente con una goal frutto di caparbietà e potenza. Generoso, mette lo zampino anche nella terza rete con una sponda aerea ben sfruttata da Gallicchio.

  2. Merli Marco: col centrocampo a rombo gode di ampi spazi di proiezione offensiva che sfrutta in modo sistematico arrivando innumerevoli volte al cross, e mantenendo al contempo la solita solidità difensiva della serie "dalla mia parte non si passa". Esce al 60esimo stremato.

  3. Romoli Simone: due interventi decisivi, tra cui il rigore parato, in una fase cruciale della partita, si mette in mostra anche nella ripresa con un intervento notevole su un ravvicinato colpo di testa e per poco non entra negli annali quando arriva quasi a parare un secondo rigore nei novanta minuti.

domenica 28 novembre 2010

Bunga Bunga Tirrenia

CHIANNI - TIRRENIA 2-4 (0-2)


Chianni: n.d.
Tirrenia: Romoli, Merli (60' Teresi), Arena (82' Bandini A.), Boldrini Marco (46' Gallicchio), Costa, Cini, Perniconi, Martelloni, Di Girolamo, Bandini N. (73' Spagnolo), Di Cocco (85' Boldrini D.). A disp.: Magazzù, Boldrini Marcello. All. Boldrini M.
RETI: 7' Martelloni, 40' Di Girolamo, 57' Gallicchio, 61' Diciotti (rig.), 74' Di Girolamo, 88' Chianni.
NOTE: al 27' Romoli para un rigore, ammonito Bandini N.



Il Tirrenia torna a vincere dopo sei giornate di digiuno e, a distanza di oltre un anno, la vittoria ci sorride in trasferta. A dispetto del punteggio, la squadra di Boldrini aveva già ipotecato la gara al termine della prima frazione col doppio vantaggio, permettendosi nella ripresa alcuni cali di tensione in difesa ed errori di freddezza per un punteggio che avrebbe potuto essere più rotondo. Certamente il Chianni è una squadra debole, confusionaria, ma sostenuta da un pubblico vivace, è capace di mettere in difficoltà già diverse squadre e comunque vincere non è mai facile, così come segnare quattro reti. La novità della giornata è il centrocampo a rombo con l'inserimento a far legna in mediana di Boldrini Marco, che per 45' perde l'immunità parlamentare tipica dei mister. Di Cocco è il rifinitore dietro la coppia Di Girolamo-Bandini N. Lo squalificato Puglia siede invece al calduccio in macchina e strombetta col clacson dal parcheggio dietro la porta. Contenuta la sfuriata iniziale il Tirrenia passa al primo affondo: corner teso di Bandini N. e un rimpallo tra Martelloni e Cini favorisce il "Black Mamba" (foto 1) che da due passi è letale col suo veleno ed appoggia in rete. La subitanea rete incanala una partita difficile sui binari voluti dal Tirrenia, che inizia a difendersi con ordine e riparte spesso sfruttando la corsa e la tecnica del bravo Merli sulla corsia di destra. Al 18' con un bel rasoterra dal limite Di Cocco lambisce il palo. Nella parte centrale della frazione però sale in cattedra il Chianni che prima impegna Romoli con Diciotti che da pochi passi trova la respinta di piede del portiere tirreniese, quindi potrebbe beneficiare della più ghiotta delle occasioni, un netto rigore concesso per un fallo di Costa su un uomo lanciato a rete. Per il "sette" locale il pallone pesa un macigno, rincorsa macchinosa, testa bassa e rigore calciato male che Romoli blocca a terra. Una parata non complicata ma decisiva perchè consentirà al Tirrenia di gestire sempre un minimo di due reti di vantaggio sul generoso Chianni. La scossa per il Tirrenia arriva e al 40' Di Cocco si destreggia bene alla trequarti e serve un assist al bacio per Andrea Di Girolamo che penetra in area e trafigge il portiere locale in uscita. Nella ripresa il Tirrenia subentra Gallicchio al posto di Boldrini Marco, a dare corsa e vivacità all'attacco e Bandini N. arretra nello scacchiere di centrocampo. I primi minuti sono dedicati a contenere, senza troppi patemi, le sfuriate chiannerine e appena torna in avanti il Tirrenia va ancora a segno. Di Cocco dalla trequarti batte una punizione in area, Di Girolamo sponda per Gallicchio che cala il tris, toccando sporco con la spalla quel tanto che basta ad ingannare un portiere certo non esente da responsabilità. Ci sarebbe la possibilità di addormentare la partita, ma ce la preclude l'arbitro, che concede un inesistente rigore con Costa che non tocca nemmeno l'avversario stile Cagnotto alle Olimpiadi, accontentando così gli impetuosi tifosi locali che dall'inizio chiedevano la concessione di ben due rigori. Cambia l'incaricato al penalty, cambia angolo e Romoli sfiora pallone e statistiche, se avesse parato due rigori in una sola gara. E si deve tornare a pedalare e il Chianni ci crede e sugli sviluppi di una punizione Diciotti spizza di testa mirando l'angolo basso, ma Romoli si immerge nella pozzanghera e riemerge deviando in corner e tenendo i neroverdi a +2. Ed ecco che se Romoli tiene a galla, Di Girolamo affonda il Chianni. Il roccioso attaccante del Tirrenia prima recupera un pallone in zona bandierina, poi si accentra e con un tiro potente piega le mani del portiere chiannerino per il goal del 1-4. A questo punto Boldrini puntella la difesa con Bandini A., che torna in campo dopo mesi di assenza e potrebbe dilagare quando Perniconi serve Spagnolo (foto 2), che ha un controllo leggermente imperfetto e si defila quel tanto che basta per consentire al portiere di parare il suo tiro. Ulteriore potenziale occasione con Di Girolamo che altruista si allarga e mette al centro un pallone troppo lungo per Gallicchio, vera spina nel fianco della difesa del Chianni. A due minuti dalla fine su un mischione confusionario una deviazione di testa regala al Chianni il secondo goal che allevia la sconfitta. Escludendo l'errore sul secondo rigore contro di noi, che comunque dalla panchina ad alcuni dei nostri era sembrato, l'arbitro pur essendo davvero giovane si è dimostrato bravo a tenere in pugno la gara. Con questa vittoria il Tirrenia sale a quota nove in classifica superando il Montecastello e domenica è atteso da una battaglia contro la Giovanile Staffoli. Il Chianni rimane all'ultimo posto, ma avrà occasioni numerose per rifarsi. Nel Chianni bene Diciotti, mentre nel Tirrenia il pubblico deciderà democraticamente il Man of the Match non appena la giuria stabilirà il lotto dei candidati.

giovedì 25 novembre 2010

Ecco il Tirrenia 2010/2011



Man of the match: discreto successo della prima votazione a tre per il Man of the Match, con ben 44 voti complessivi. La spunta Giacomo Perniconi (21 voti - 47%) su Alessio Rametta (15 voti - 34%) e Nicola Bandini (8 voti - 18%). Quindi ai fini della classifica generale Perniconi (foto) balza in testa raggiungendo la coppia Martelloni-Welew con 8 punti, mentre anche Rametta compie un bel salto andando a quota 6. Primo punto per Bandini, che entra così in graduatoria.


Domenica prossima 28 novembre il Tirrenia sarà impegnato in una difficile trasferta in quel di Chianni su un campo caldissimo (già diverse le multe comminate dalla federazione alla società locale per intemperanze dei propri sostenitori) e con una squadra in crescita, capace domenica scorsa di tenere sotto scacco il fortissimo Casale Marittimo passando per ben tre volte in vantaggio prima di capitolare nel finale. Sarà pertanto un incontro delicato per la formazione di Boldrini, alla prese con un momento non positivo dal quale deve reagire al più presto. Non ci sono precedenti tra le due compagini.








Dopo diverse settimane finalmente scocca l'ora del video di presentazione della rosa 2010/2011

mercoledì 24 novembre 2010

Panicucci: è un campionato equilibrato


Valerio Panicucci, capitano di lungo corso della Bellaria Cappuccini e anche articolista di Calciopiù. Le prime impressioni sul girone dopo i flash delle prime giornate.
Il campionato, da queste prime giornate, ha dato dei responsi, ovviamente parziali, che ci potevamo attendere. Non è una sorpresa vedere l'ottima compagine di Castelfranco in testa, come non si sono smentite altre squadre che già l'anno scorso avevano ben figurato come il Casale e Sasso Pisano. Non mi aspettavo l'exploit dello Spas, che si dimostra un team ben assortito.
Regna comunque ancora un sostanziale equilibrio, per cui è ancora presto per fare pronostici. Penso però che il gruppetto delle prime 5/6 squadre si darà battaglia a lungo per la leadership.


Bellaria e Tirrenia hanno dato luogo a sfide epiche. Qualche episodio che ti è rimasto particolarmente impresso dei nostri confronti/scontri?
Sono state tantissime le sfide che mi hanno visto affrontare il Tirrenia. Ho il ricordo di partite quasi sempre tiratissime. Ricordo in particolare un 2-2 giocato al vecchio orsini su un campo veramente al limite della praticabilità. In quella gara rimanemmo in dieci per l'espulsione del nostro portiere causa fallo su giocatore lanciato a rete. In porta andò il nostro numero sette, ruolo centrocampista, che parò incredibilmente un calcio di rigore allo scadere. Personalmente, poi, contro il Tirrenia ho avuto anche due infortuni di peso : frattura alla caviglia e lussazione di una spalla...Insomma, ce ne sarebbero aneddoti da raccontare. Ricordo infine anche con grande piacere il sostegno datoci da voi del Tirrenia nella semifinale play-off del campionato 2006/07 che ci vide poi entrambe promosse in seconda categoria.

Atletico Pini - Giovanile Staffoli Livorno è sempre un campo difficile, ma la Giovanile è in ripresa: X2
Chianni - Tirrenia Anche il campo di Chianni è sempre stato un fortino, ma vi vedo favoriti : 2
Red Devils Castelfranco - Fauglia il Guasticce La capolista non può sbagliare :1
Sasso Pisano - Bellaria Cappuccini In questo caso mi gioco la tripla 1X2
Sporting - Montecastello Lo Sporting vorrà riscattarsi dalla sconfitta di domenica 1
Vada - SPAS Staffoli Penso sia una bella partita, dove una dlle due prevarrà : 12
Villamagna - Casale Marittimo Il Casale è favorito : 2

lunedì 22 novembre 2010

Decidi tu il MAN OF THE MATCH



Da questa settimana cambia la formula per l'assegnazione del "Man of the Match", l'ambito premio settimanale attribuito al giocatore della giornata. Non sarà più infatti la giuria segreta a decidere unilateralmente il soggetto al quale assegnare il riconoscimento, ma sarete direttamente voi a scegliere il migliore in campo, partecipando ad un sondaggio che settimanalmente sarà aperto sul blog. Tuttavia, la giuria segreta pur aprendo le porte alla "democrazia popolare", non lascia campo libero e pertanto ogni settimana il voto potrà essere assegnato solo ad alcuni candidati scelti sempre dai giurati in camera di consiglio.
Nasce infine la classifica generale! Avrete notato infatti che spesso nelle settimane passate si faceva riferimento a vincitori del Man of the Match che avevano prevaricato altri papabili di un soffio. Non sempre infatti è semplice scegliere a chi attribuire il premio e pertanto abbiamo deciso che il primo classificato prenderà 5 punti, il secondo classificato ne prenderà 3 e il terzo ne prenderà 1. Alla fine della stagione selezioneremo i migliori gesti tecnici dei candidati giunti al vertice della classifica generale, creando delle clip video in base alle quali potrete votare il "Giocatore dell'anno dell'U.S. Tirrenia".
Cliccando sull'immagine potete vedere la classifica parziale dopo le prime sei giornate di campionato. Nella colonna di sinistra trovate il sondaggio: 48 ore di tempo per esprimere il vostro voto. In caso di parità di voti attribuiti, i 2 (o 3) a pari merito vedranno sommati i rispettivi punteggi e divisi per 2 (o 3) ai fini della classifica.
Questa settimana la selezione non è stata semplice. La partita coi Red Devils infatti, è stata una partita dove molti giocatori hanno alternato bei gesti tecnici ad errori clamorosi o ingiustificati. Alla fine per questa settimana abbiamo deciso di candidare:
  1. RAMETTA ALESSIO: ORDINE E POSIZIONE NEL RUOLO DI CENTROCAMPISTA CENTRALE, UTILE IN FASE DI INTERDIZIONE E DI PROPOSIZIONE DEL GIOCO.
  2. PERNICONI GIACOMO: IL CAPITANO PER LA PRIMA VOLTA DA' IN ESCANDESCENZE CON UN ARBITRO. GIOCA UNA PARTITA GENEROSA SIA IN COPERTURA CHE DALLA TREQUARTI IN SU.
  3. BANDINI NICOLA: DUE EPISODI NEGATIVI NON OFFUSCANO UNA PRESTAZIONE SOPRA LE RIGHE, PER UN NICOLA CHE E' RINNOVATO NELLO STILE DI GIOCO E CORRE E SI DANNA PER NOVANTA MINUTI.

Diavolo di Red Devils!

Tirrenia – Red Devils Castelfranco 0-2



Tirrenia: Romoli, Merli, Bottai, Rametta, Martelloni (46’ Arena), Cini, Gallicchio (65’ Teresi), Perniconi, Di Girolamo (82’ Boldrini D.), Puglia, Bandini. A disp.: Spagnolo, Boldrini M., Gerosolimo. All. Boldrini M.
RETI: 30’ e 84’
NOTE: espulso al 84’ Puglia per proteste. Ammonito Puglia.

I Red Devils ottengono la quarta vittoria su quattro incontri fuori dalle mura amiche e danno vita alla prima fuga di questo equilibrato campionato. L’impegno della formazione ospite non era agevole, al cospetto di un Tirrenia contro cui non aveva mai vinto in campionato, e che soprattutto nel secondo tempo ha stretto d’assedio la porta biancorossa. Tuttavia, la formazione castelfranchese in questi anni ha guadagnato in malizia e cinismo, elementi essenziali spesso per fare bottino pieno. Boldrini schiera il consueto 4-4-2 dove Bottai sostituisce lo squalificato Costa e Rametta è centrale di centrocampo, mentre in avanti torna il vivace Puglia (foto) dopo un fastidioso infortunio. I Red Devils, privi dello squalificato Sordi, recuperano però il portiere Vallini, che sarà fondamentale nell’arco della partita. Partono bene i Red Devils e Romoli nei primi minuti tiene la guardia alta con una bella deviazione in angolo su conclusione ravvicinata. La risposta locale è nei piedi dello specialista Bandini che stavolta non inganna Vallini come due anni fa e l’estremo ospite si salva in angolo. Il guizzante Puglia è bravo e al 28’ impegna Vallini in una difficile parata a tu per tu. Sul capovolgimento di fronte gli ospiti però passano: un bell’affondo sulla corsia di sinistra d’attacco si conclude con un cross arretrato che trova un compagno a rimorchio, piattone destro con Romoli in controtempo e vantaggio Red Devils. Non succede poi praticamente più nulla fino alla fine del tempo. La ripresa è un monologo biancoverde con la truppa di Boldrini che, per l’ennesima volta finita in svantaggio, cerca di rimediare al proprio atteggiamento passivo. E se in altre occasioni il Tirrenia era stato bravo a capitalizzare le poche palle rete create, stavolta si assiste alla sagra del goal sbagliato. Sono almeno sette le nitide occasioni da rete messe sul piatto e non concluse in rete dai vari Puglia, Di Girolamo, Bandini, Perniconi e Gallicchio. In particolare Puglia con due assoli prima sfiora il palo con un diagonale dal limite a Vallini battuto, poi calcia alto da favorevole posizione dopo essere penetrato in area. Al 60’ Bandini serve bene Gallicchio che entrato in area calcia sopra la traversa. Ancora al 73’ è Di Girolamo a girarsi in area e a non trovare la porta, mentre al 77’ ancora il possente attaccante locale, si gira bene, ma trova il piede di Vallini che devia in corner. Clamorosa l’occasione che capita sui piedi di Bandini al 80’, quando Puglia crossa sul secondo palo per il fantasista locale che al volo da pochi passi spara a lato non di molto con la porta aperta davanti a se. Due minuti e una punizione di Perniconi sfiora il palo. Ed ecco che al 84’ su contropiede i Red Devils trovano un goal, forse uno dei più brutti per le modalità, ma che vale uno come tutti gli altri. Bene tra gli ospiti il portiere Vallini che salva i suoi dalla rimonta del Tirrenia. Nelle fila locali bravo Puglia fino all’evitabile espulsione.

sabato 20 novembre 2010

Folate di Premier League


Pubblicato il Man of the Match della scorsa partita Atletico Pini - Tirrenia, assegnato dalla giuria segreta sul filo di lana a Simone Romoli dopo un testa a testa all'ultimo voto con Martelloni. Dalla settimana prossima sono previste grosse novità nell'assegnazione del riconoscimento, quindi seguite il blog e, soprattutto, disputate una grande prestazione domani pomeriggio!




Domani pomeriggio alle 14:30 al campo Abetone il Tirrenia affronta i Red Devils Castelfranco, capolista del girone B del campionato provinciale pisano di Terza Categoria. Una gara che sulla carta si preannuncia una vera "mission impossible", con la compagine di mister Fanteria che finora in trasferta ha fatto bottino pieno con 9 punti in 3 partite, un andamento record (1-2 sul campo dell'Atletico Pini; 2-3 a Villamagna; 1-2 a Chianni). Non solo, ma i Red Devils arrivano al campo Abetone in testa al girone con 13 punti e con il temibile Niccolai, leader dei marcatori con sette reti, come conferma il giornale Calciopiù. I Red Devils sono una squadra giovane, che gioca un ottimo calcio, fatta di corsa, velocità, grinta e buona tecnica. Una squadra anche affiatata, che è cresciuta in questi anni fino a centrare la scorsa stagione il traguardo dei play-off. In casa Tirrenia saranno assenti lo squalificato Costa e l'infortunato Welew, per il resto invece la rosa è a disposizione di mister Boldrini e il ritrovo dei convocati è fissato alle 11 al circolo per il pranzo pre-gara. I precedenti tra le due formazioni sono statisticamente curiosi: 4 pareggi in altrettante gare di campionato (5 reti fatte e 5 ovviamente subite) e 1 vittoria dei Red Devils in Coppa, con la formazione castelfranchese che poi vinse il trofeo. Particolarmente impresso nei ricordi di chi la disputò è la gara dell'anno scorso terminata con un pirotecnico 3-3 e molte emozioni (sotto i filmati di tutti i precedenti).

venerdì 19 novembre 2010

Lanciata sul mercato la Bandini-mobil


E' stata lanciata sul mercato da pochi giorni, eppure è già scoppiata la mania. La Bandini-mobil (foto), l'auto ideata dall'accoppiata Bandini-Welew e attrezzata appositamente per raggiungere il circolino dell'US Tirrenia va veramente a ruba. Di recente infatti, molti clienti avevano riscontrato alcune difficoltà a raggiungere l'agognata metà, presso la quale è possibile gustare tantissimi piatti prelibati e buonissimi. Ecco un recente filmato che ritrae l'arrivo di alcuni ragazzi della squadra...
Il filmato seguente che vi proponiamo, riguarda invece la soluzione adottata dal golden boy Giancarlo Gallicchio per raggiungere il circolino senza problemi (filmato).
Per chi non volesse spendere soldi nella Bandini-mobil rimane comunque la possibilità della strada alternativa, muniti di bussola, paraurti anti-cinghiale e un pizzico di fortuna.

giovedì 18 novembre 2010

Morozzi: solo Tirrenia - Red Devils è da doppia


Emilano Morozzi (foto), grande conoscitore ed esperto del calcio dilettantistico pisano, alle prese con un anno sabbatico. In base alle tue esperienze pregresse e a questo inizio di campionato chi vedi come favorito del girone?
Confesso che ultimamente per via del lavoro ho seguito poco le vicende del calcio pisano ma proverò lo stesso a fare un pronostico. Il girone è molto equilibrato e quelle che erano date come favorite alla vigilia si sono un po' nascoste, anche se credo che alla lunga squadre come Vada, Spas Staffoli o Casale Marittimo si imporranno.

Dopo le esperienze di Calciopiù e Offside, il cui successo è anche in larga parte frutto del tuo lavoro, valuti l'ipotesi di un grande ritorno?
Sia a Calciopiù che ad Offside ho lasciato degni eredi, io invece ormai ho appeso le scarpette al chiodo, perchè il lavoro non mi ha permesso di continuare a svolgere questo mestiere con il necessario impegno...magari, compatibilmente con altri programmi, prima della fine della stagione farò qualche apparizione sui campi come inviato o una visita in radio a Cascina durante la trasmissione Offside Fm, progetto che ha riscosso un grande successo

Passiamo ora ai pronostici di Emiliano Morozzi

Bellaria Cappuccini - Sporting 1
Con le squadre di alta classifica la Bellaria ha sempre fatto bene, credo che si ripeterà sgambettando la capolista

Casale Marittimo - Chianni 1
Per il Casale vittoria...o l'apertura della crisi...due punti nelle ultime tre gare sono davvero pochi...

Fauglia - Sasso Pisano 2
L'occasione per il Sasso di volare ai vertici della classifica

Giov. Staffoli - Villamagna X
Il Giov. Staffoli naviga nelle zone basse della classifica, segna poco ma subisce anche pochi gol...possibile un pari senza reti

Montecastello - Vada 2
Il Montecastello è squadra da non sottovalutare, ma il Vada riuscirà a strappare la sua prima vittoria esterna

Spas Staffoli - Atletico Pini 1
L'occasione per lo Staffoli è ghiotta: con una vittoria potrebbero anche conquistare il primato

Tirrenia - Red Devils 1X
Doppia d'obbligo: il Tirrenia non ne stecca mai due di fila, e dopo il pareggio con il Pini, deve portare a casa almeno un punto

lunedì 15 novembre 2010

Un bicchiere mezzo pieno



ATLETICO PINI – TIRRENIA 0-0



Atletico Pini: Landi, Lambertini, Xheraj, Lunardi, Ramagli, Fall, Zada, Chessa, Pini An., Tantone, Corozzi. A disp.: Prex, Bencini, Lio, Sireci, Balloni, Pini F. All. Pini F.
Tirrenia: Romoli, Costa, Cini, Perniconi (87' Boldrini D.), Martelloni, Merli (60' Bottai), Gallicchio (74' Puglia), Di Cocco (67' Teresi), Di Girolamo (53' Rametta), Bandini, Arena. A disp.: Magazzù, Spagnolo. All. Boldrini M.
Arbitro. Schiavano di Pisa
NOTE: espulsi al 61' Costa e Corozzi per reciproche scorrettezze, ammoniti Puglia, Pini An., Lambertini.

Termina con un pareggio a reti inviolate una gara interpretata in maniera mediocre dalle due formazioni sul campo Tamberi. Il bicchiere mezzo pieno per il Tirrenia è rappresentato dal primo punto conquistato fuori dalle mura amiche e dalla capacità di tenere i nervi saldi e di soffrire al cospetto di un avversario molto determinato sul terreno di gioco e anche con la lingua. Boldrini schiera il consueto 4-4-2 dove la novità è l'arretramento di Martelloni come centrale e lo slittamento di Merli a terzino destro, mentre a centrocampo trovano posto dal primo minuto Di Cocco e Arena. I primi quarantacinque minuti del Tirrenia sono opachi, con i biancoverdi che soffrono la compagine labronica e rischiano di capitolare in più di una circostanza. Al 3' il capitano Pini An. indovina l'angolo basso dal limite, ma Romoli si distende e devia in corner. Al 12' l'Atletico Pini sciupa un ghiotto contropiede: Pini An. serve in profondità Zada che gira a centro area per Chessa in posizione centrale al limite dell'area minore. E' un rigore in movimento, ma Romoli esce a valanga e con la punta del piede smorza la sfera in corner. Al 22' si distende bene il Tirrenia e Di Cocco ben servito da Bandini trova l'opposizione di Landi, mentre al 27' Arena si invola sul filo dell'offside, ma al momento di saltare il portiere si allunga male il pallone e l'occasione sfuma. E' tuttavia un fuoco di paglia ed è ancora l'Atletico Pini a chiudere il tempo in avanti, prima con una punizione a fil di palo di Chessa. Ed è ancora Chessa al 39' a cogliere dalla trequarti l'incrocio dei pali con una conclusione volante magistrale. Nella ripresa l'Atletico Pini sembra aver esaurito la benzina e il Tirrenia controlla e cerca di imporre il suo gioco dopo aver letteralmente regalato il primo tempo agli avversari. Le occasioni però latitano e l'Atletico Pini che non ne ha più, inizia a mettere l'incontro sul piano della rissa. Ne fa le spese Costa (foto) che al 61' prende il secondo giallo, reo di aver subito l'aggressione di Corozzi e Lambertini per un banale fallo laterale conteso. Per fortuna il mediocre Schiavano espelle almeno col rosso diretto anche Corozzi. L'episodio sancisce però la rottura di alcuni instabili equilibri e l'arbitro Schiavano inizia ad adottare una versione personalizzata del regolamento, in cui il fuorigioco esiste solo per il Tirrenia, le mani volontarie non sono più da ammonizione e i falli a palla lontana sono permessi. Diventa difficile per il Tirrenia giocare in queste condizioni se non su calci piazzati. Al 65' è l'onnipresente Martelloni ad impegnare Landi con una velenosa punizione dal limite. Al 73' Prex è lanciato in area in evidente fuorigioco, ma fortunatamente spara a salve su Romoli. Nel finale c'è solo il Tirrenia, prima con lo sgusciante Puglia che supera Ramagli e Fall, girando almeno a cinque metri di distanza, ma poi non riesce a superare Landi. I quattro minuti di recupero diventano otto per il continuo becerio, e Bandini potrebbe assestare il colpo del k.o. proprio allo scadere, ma Landi si oppone bene alla sua punizione. Pareggio tutto sommato equo, ma arbitraggio scadente e incapace di tenere in pugno la partita, somministrando i giusti cartellini. Ottime nel Tirrenia le prestazioni di Martelloni e Romoli, mentre tra gli ospiti Zada e Chessa disputano una bella gara.

venerdì 12 novembre 2010

Il pericolo ha un nome: Atletico Pini



La giuria segreta ha deciso di assegnare il Man of the Match della settimana a Di Girolamo Andrea. L'autore della rete del pareggio ha superato Bandini e Perniconi, terminati sui gradini più bassi del podio di questa settimana e vince quindi il riconoscimento (cliccare sopra e salvare come immagine per conservalo sul proprio computer).
E' stato poi caricato il video con gli highlights della partita tra Tirrenia - Villamagna 1-1.

CIPUST: vola nei quartieri alti la squadra di calcio a cinque del sodalizio tirreniese. L'incontro vinto per 4-0 contro le Furie Selvagge, con una tripletta del bomber Alessio Rametta conferma le ambizioni della squadra. Oltre ad essersi dotato di un proprio blog, anche il Cipust adesso ha i suoi video on-line. Gustatevi allora la valanga di reti messa a segno da Rametta a questo link!
ATLETICO PINI: domenica prossima il Tirrenia affronterà al campo Tamberi di Livorno alle ore 14:30 l'Atletico Pini per la sesta di giornata di campionato. Un incontro che si preannuncia terribilmente complicato per vari motivi: primo, lo stato di forma che attraversa la squadra locale, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale, ma reduce da un 2-2 sul campo della favorita del girone, la corazzata Casale Marittimo; secondo per la recente tradizione negativa del Tirrenia verso questo avversario e sul campo Tamberi, dove i biancoverdi non hanno mai vinto; terzo, per l'ambiente caldissimo che è notoriamente il Tamberi.
Se aggiungiamo alle statistiche le difficoltà che il Tirrenia incontra in trasferta (ultima vittoria ad ottobre 2009), ecco che gli ingredienti sono completi per arrivare all'appuntamento con il massimo delle forze e della concentrazione per cercare di sfatare molti tabù.
Questo filmato dello scorso anno la dice lunga...

mercoledì 10 novembre 2010

Paolicchi, la bandiera della Marinese

La schedina si dimostra più difficile una giornata dopo l'altra. La scorsa giornata ne è stato vittima Paolo Postiglione, un profondo conoscitore della categoria e del nostro girone, per averlo vissuto anche da giocatore. Ebbene, nonostante molti incontri sembrassero già "scritti" sulla carta, si sono verificati una serie di risultati davvero sorprendenti: la Giovanile Staffoli che segna il suo primo goal in campionato e coglie i primi tre punti a spese del Vada, la terza vittoria consecutiva del Sasso Pisano sul difficile campo di Montecastello, il bel pareggio del sorprendente Fauglia sul campo della Bellaria e quello dell'Atletico Pini sul campo della stra-favorita Casale Marittimo. Bene, questo non fa che rendere ancora più divertente e interessante il nostro gioco, del quale a breve pubblicheremo anche una classifica parziale.

Questa settimana abbiamo scelto per cimentarsi con la schedina Enrico Paolicchi, una new-entry nel nostro blog. Enrico Paolicchi (foto a lato) è portiere della Marinese, squadra che attualmente milita nel girone A di Seconda Categoria (quello della Versilia e della Lunigiana), peraltro in cui giocano gli ex Bardelli e Musu. Enrico difende i pali della Marinese da ben quindici anni, ed è quindi una vera e propria bandiera, oltre che un esperto conoscitore della categoria e del calcio sul litorale.




Enrico, un amore lunghissimo per il pallone e una vita passata tra i pali. Riassumici il tuo percorso dai primi calci alla categoria.
Ho iniziato a fare il portiere nel 1987 alla Garzella. Mi chiedevano: "Perchè proprio il portiere?" Io ero affascinato dal fatto di essere l'ultimo ostacolo, quello che poteva salvare tutto! Fino alla stagione '92-'93 sono rimasto nei gialloverdi, poi una breve parentesi al Pisa e all'Alberone (giovanissimi regionali con allenatore Fabrizio Nuti n.d.r.) prima di tornare a Marina alla Marinese. Era la stagione '95-'96, e da quel momento è scoppiato l'amore per questa maglia che ancora oggi persiste. Sono stati 15 anni fantastici con gioie e dolori condivise con gli amici. Dopo qualche campionato giovanile ho esordito in prima squadra nel 2000, ottenendo tre promozioni dalla terza alla seconda categoria, l'ultima in ordine di tempo due anni fa dopo lo spareggio play-off contro lo Sporting 2000.

La Marinese viene da una stagione esaltante, ma l'inizio di quest'anno è stato terribile tra infortuni, squalifiche e risultati sfuggiti di un soffio. La classifica però lascia ampi margini di recupero, quantomeno il discorso playout è apertissimo.
Lo scorso anno abbiamo chiuso all' ottavo posto con un ottimo campionato, quest'anno va meno bene. Ad inizio stagione c'è stato un avvicendamento in panchina, Colombo ha preso il posto di Da Prato ma la squadra un pò per sfortuna un pò per demeriti nostri ha fatto solo due punti in nove partite. Adesso la società ha deciso di richiamare DaPrato sperando di risollevare una stagione che sembra maledetta anche per me personalmente visto che sono alle prese con un infortunio al ginocchio sinistro.

Ecco ora i pronostici di Enrico per questa sesta giornata, che si preannuncia molto complessa con una serie di incontri di difficile lettura.
Auguriamo ovviamente alla Marinese una pronta riscossa in campionato e ad Enrico di poter tornare quanto prima a giocare e difendere i pali della sua amata squadra!




Atletico Pini - Tirrenia 2
Fauglia il Guasticce - Montecastello 1
Red Devils Castelfranco - Bellaria Cappuccini 1X2
Sasso Pisano - Spas Staffoli 1X
Sporting - Giovanile Staffoli 1
Vada - Casale Marittimo X
Villamagna - Chianni 1X2

lunedì 8 novembre 2010

Coi Boldrini è un Tirrenia Mundial


L'avvento della famiglia Boldrini è stato sicuramente un evento epocale per l'U.S. Tirrenia. Tutto è iniziato lo scorso anno con l'arrivo in panchina di Marcello Boldrini, che ha portato rinnovato entusiasmo in una squadra spenta e un finale di campionato positivo. L'occasione è stata utile per il primo approccio col mondo tirreniese dell'attuale mister, Marco Boldrini, il quale da preparatore atletico, con l'inizio della nuova stagione ha assunto ufficialmente il posto di allenatore, che Marcello non avrebbe più potuto ricoprire anche per sopravvenuti impegni familiari e di lavoro, pur rimanendo nei ranghi a pieno titolo come giocatore, allenatore in seconda e, soprattutto, motivatore della squadra. Ecco che la campagna estiva ci ha regalato il terzo membro della dinastia Boldrini, ovvero Dario il quale dopo aver esordito (con goal) alla prima gara nel Tirrenia è al momento alle prese con un infortunio muscolare, dal quale ci auguriamo si riprenderà presto. Nel frattempo Dario ha potuto dedicarsi al suo lavoro e sta competendo come modello nella nazionale italiana per i mondiali di parrucchieri che si stanno svolgendo a Parigi. Oggi al TG1 delle 20:30 un servizio è stato dedicato all'evento (come potete vedere dal fotogramma) e Dario è stato intervistato (guarda il filmato, al minuto 00:50)

domenica 7 novembre 2010

Il Villamagna sbatte su Roccia

TIRRENIA - VILLAMAGNA 1-1




Tirrenia: Romoli, Bottai (74’ Rametta), Costa, Cini, Martelloni, Merli (60’ Di Cocco), Welew (55’ Arena), Perniconi, Di Girolamo, Bandini, Gallicchio (81’ Gerosolimo). A disp. Quaglierini, Boldrini M., Puglia. All. Boldrini M.
Villamagna: Guidi, Marmelli G., Gelichi, Leanza, Cacelli, Marmelli L., Ferrini, Arturi, Nardi, Giuntini, Bartalucci. A disp. Badalassi, Rossi, Bernardeschi, Giammattei. All. Zenoni.
Arbitro. Shera di Pisa.
RETI: 66’ Bartalucci, 79’ Di Girolamo.
NOTE: ammoniti Welew, Di Cocco, Gerosolimo, Bartalucci, Marmelli L., Nardi.

Nella giornata dei pareggi (cinque su sette incontri in calendario) Tirrenia e Villamagna garantiscono il loro apporto impattando al campo Abetone in una partita vibrante e ricca di emozioni e capovolgimenti di fronte, soprattutto nella ripresa. La compagine di mister Boldrini, anche in virtù degli altri risultati, rimane legata al gruppone di centro classifica, mentre il Villamagna è ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale. I litoranei non hanno offerto una delle loro migliori performance, e la bilancia delle occasioni pende dalla parte degli ospiti. Tuttavia è emerso per l'ennesima volta il carattere del Tirrenia, capace di raddrizzare una gara che sembrava compromessa dopo la rete di Bartalucci, e di sfiorare financo il colpaccio con Rametta nel finale. Le statistiche del Tirrenia sono curiose ed indicative: la squadra di capitan Perniconi, pur poco prolifica, ha finora segnato tra campionato e Coppa Provinciale otto reti con otto giocatori diversi, numeri che indicano lo spirito di gruppo che lega questo Tirrenia, nato sulle macerie della squadra dello scorso anno, con molti ragazzi nuovi e seri. Non solo, il Tirrenia ha sempre rimontato (a volte ahimè solo temporaneamente - vedi Fauglia e Sporting), quando è andato sotto di una rete, indice altresì di carattere e tenacia. Una squadra quindi ancora in costruzione, che dà segnali positivi, ma che spesso si mostra ancora troppo timida. Tutto ciò, contro un Villamagna affiatato e che ha mantenuto gran parte degli effettivi che nella scorsa stagione hanno sfiorato i play-off, perdendoli alla penultima giornata, coincidenza proprio al campo Abetone. Gli ospiti partono forte e al 5’ Bartalucci sbaglia un cross, costringendo Romoli alla deviazione in angolo. Al 15’ ci prova Leanza, che supera Costa e Cini e chiude in diagonale, ma Romoli si distende e respinge. Verso la metà del primo tempo il Tirrenia alza il baricentro e si rende pericoloso con Perniconi, che su punizione dalla trequarti, pesca libero sul secondo palo Welew, che alza troppo la mira. Al 45’ è invece ancora il capitano a concretizzare una buona manovra con un cross per Gallicchio, ma l’esterno calcia altissimo da due passi. Nei secondi quarantacinque le due formazioni si affrontano a viso aperto, nel tentativo di portare a casa l’intera posta in palio. Al 62’ Arena serve Di Girolamo, fermato fallosamente da Marmelli G., Shera lascia proseguire e Gallicchio calcia a lato di pochi centrimetri dal limite dell’area. Al 66’ va sotto il Tirrenia con una vera dormita collettiva: Bartalucci recupera un pallone alla trequarti d’attacco, supera in contrasto prima Bottai e poi Cini e appoggia in rete in diagonale. Lo shock è forte per i locali e gli ospiti potrebbero raddoppiare: sugli sviluppi di un corner, la palla termina sui piedi di Nardi che calcia a botta sicura e alza le braccia al cielo, ma Romoli è strepitoso e tiene in corsa il Tirrenia con una parata bellissima, che alla fine risulterà decisiva. Sconcerto tra il pubblico tirreniese e Tirrenia che ancora una volta attende la rete degli avversari per credere nelle proprie potenzialità. Giunge così finalmente la reazione e la rete del pareggio è un mix di intelligenza e forza di volontà. Bandini pennella in area di rigore una punizione dalla fascia destra, Arena è troppo defilato per intervenire e colpisce di testa all’indietro servendo un assist a Di Girolamo (foto), meglio conosciuto come "Roccia" per la sua potenza muscolare. Il nostro Roccia si fa largo in area e scaraventa la rabbia del Tirrenia oltre l'incolpevole Guidi, sbloccandosi finalmente per la gioia della torcida di genitori e fidanzate. I dieci minuti finali sono da batticuore, prima è il Villamagna con Nardi a sbagliare l’incredibile. Il panzer volterrano si getta su una respinta di Romoli e da mezzo metro in posizione centrale calcia clamorosamente a lato. Al 85’ è però Rametta a raccogliere in area una bella sponda aerea del bravo Di Girolamo, superare Marmelli G. e impattare in un Guidi decisivo che salva porta e risultato. Infine, nel recupero il Villamagna sfiora il colpaccio ancora con Nardi che supera Romoli in uscita bassa, ma trova il salvataggio dell’onnipresente Costa sulla linea. Nel Tirrenia buone le prestazioni di Perniconi, Di Girolamo, Bandini e Romoli, mentre tra gli ospiti menzione meritata per Bartalucci e Arturi. L’arbitraggio di Shera è complessivamente buono, ma talvolta paga un po’ di inesperienza, una manna per le vecchie volpi ospiti.

sabato 6 novembre 2010

Febbre da Villamagna


Marinese: mercoledì il Tirrenia ha fatto una sgambata amichevole contro la Marinese del nuovo mister Da Prato, squadra che milita nel campionato di seconda categoria. L'incontro si è concluso con la vittoria per 1-0 dei locali, a segno nei primi minuti di gioco con Acquas. Il Tirrenia, colpito a freddo, avrebbe poi costruito alcune occasioni per pareggiare con Puglia, Martelloni e Bandini. Nel finale di primo tempo la Marinese spreca da pochi passi con Kabbache. Nella ripresa l'incontro procede in maniera più sonnolenta e stenta a decollare fino agli ultimi minuti, quando Bandini colpisce una traversa dopo una serpentina.



Villamagna: domenica al campo Abetone alle ore 14:30 il Tirrenia affronta il Villamagna del presidente Zenoni, squadra storica della Terza Categoria pisana. Numerosi i precedenti tra le due formazioni e un bilanco in favore della compagine di casa. Il bilancio è di 6 vittorie del Tirrenia, 1 pareggio e 3 sconfitte, con 19 reti fatte e 15 subite, quindi partite spesso ricche di goal ed emozioni. Negli ultimi anni il Villamagna è una squadra molto cresciuta e maturata, con un attacco prolifico e da paura per la categoria e che ha dimostrato grandi capacità soprattutto in trasferta. Non tragga in inganno l'inizio della squadra ospite che ha una partita in meno, e ha affrontato finora le grandi favorite: Sporting, Vada e Red Devils Castelfranco. Servirà pertanto una partita di grande volontà ai ragazzi di mister Boldrini per vincere. In basso trovate i link ai video della gara più recenti. Particolarmente epica per chi volesse riviverla, o per i nuovi che volessero vederla, la vittoria 1-0 dello scorso anno, l'ultima in elenco, dove il Tirrenia vinse in inferiorità numerica (espulsi Bandini e Puglia). Ma domenica sarà un'altra gara e dovrà esserci un gran cuore Tirrenia.
Stagione 2002/03

Tirrenia - Villamagna 3-1
Villamagna - Tirrenia 3-2


Stagione 2005/06

Villamagna - Tirrenia 0-2
Tirrenia - Villamagna 4-0


Stagione 2006/07

Villamagna - Tirrenia 1-2
Tirrenia - Villamagna 1-0

Stagione 2008/09

Villamagna - Tirrenia 3-0

Tirrenia - Villamagna 2-2 (Bandini, Arena)

Stagione 2009/10

Villamagna - Tirrenia 5-2 (Puglia, Luperini)

Tirrenia - Villamagna 1-0 (Bandini)

venerdì 5 novembre 2010

Postiglione: questa Garzella può volare

Paolo Postiglione (foto), ex giocatore del Tirrenia e Garzella, e oggi istruttore della Polisportiva Garzella. Quali i problemi del calcio giovanile negli ultimi anni e che soluzioni proponi di adottare?Sono istruttore da tre anni, ho conseguito anche il patentino, posso dire che è molto diverso allenare, hai a che fare con dei bambini quindi l'approccio e il modo di porsi è differente per di più devi sapere alcune nozioni fisiche su come non farli dei danni perchè sappiamo sono in fase di sviluppo, quindi è totalmente differente e delicato allenare i bambini.
I problemi nel calcio giovanile ci sono e come, ormai il calcio è diventato commerciale anche in questo settore è diventato un dispendio di denaro non indifferente perchè devi stare al passo con i tempi, non devi far mancare nulla ai tuoi iscritti perchè il paragone con le altre società è imminente allora cerchi di dare il meglio ma questo "meglio" ti costa caro soprattutto con il momento che passiamo in italia ora. Un'altro problema è che abbiamo a che fare con tanti istruttori di tante società non patentati quindi rischiamo di dare in affidamento i nostri bambini a persone assolutamente inappropriate. Comunque ti ringrazio della domanda ma non sta a me cambiare questo calcio, noi della Garzella cerchiamo di dare il meglio ai nostri bambini sperando di essere utili per il loro proseguimento ludico-sportivo.

Da alcuni anni la Garzella ha iniziato a disputare il campionato di Terza Categoria e quest'anno la rosa appare molto competitiva.
La terza categoria della Garzella è nata per caso grazie al vecchio presidente Gasperini al presidente del S.Piero Forlini e a me, nacque per amicizia del gruppo solido dei giocatori del S.Piero Fratres senza proclami progettando una terza categoria per cercare di portare all'interno della società persone nuove che potevano esserci di aiuto nella vita interna, da li ora sono cambiate alcune cose l'allenatore è cambiato al posto di Sottile c'è il riconfermatissimo Luciano Palla, che ha il potere del mercato come hanno gli allenatori inglesi, lui è stato bravo a riconfermare il blocco della passata stagione che aveva fatto bene e ad inserire nuovi giocatori validi nei ruoli scoperti. Dove arrriveremo non lo so ma so che la squadra è competitiva al massimo ed è un gruppo fantastico. Se dovessimo passare non ci tireremo indietro questo è chiaro.
Grazie per avermi scelto per la vostra schedina. Buona fortuna!
Ecco i pronostici di Paolo Postiglione per la quinta giornata di campionato:
Bellaria Cappuccini - Fauglia il Guasticce 1
Casale Marittimo - Atletico Pini 1
Chianni - Red Devils Castelfranco 2
Giovanile Staffoli - Vada 2
Montecastello - Sasso Pisano x
SPAS Staffoli - Sporting 2
Tirrenia - Villamagna 1 secco

martedì 2 novembre 2010

Nasce il Cipust calcio a 5


Nasce ufficialmente la squadra di calcio a 5 del CIPUST. Fautore di questa splendida iniziativa è Alessio Rametta, attaccante classe 1986, alla terza stagione con la maglia biancoverde (foto).
La squadra al momento è così composta: Federico Conte, Davide Crucinio, Roberto Di Pasquale, Pierangelo Fisicaro, Antonio Ierna, Luca Panioto, Alessio Rametta, Ermete Romito, Michele Scattone.
Il CIPUST partecipa al 17° TROFEO BERNESTO, affiliato U.I.S.P., cui concorrono 17 squadre raggruppate in un unico girone all'italiana. Al termine della prima fase le prime quattro classificate, avranno accesso ai quarti di finale, mentre le successive dodici (dalla quinta alla sedicesima posizione), verranno divise in ulteriori quattro mini-gironi, composti da 3 squadre ciascuno, al termine dei quali passerà ai quarti di finale solo la vincente di ogni gironcino. Tutte le altre, assieme alla 17esima od ultima classificata (che esce subito) vengono eliminate.
L'anno scorso la squadra del CIPUST si chiamava Grand Theft, e dopo essersi qualificata come ottava nella classifica generale, era riuscita a vincere il proprio gironcino, con 2 nette vittorie, per poi essere eliminata ai quarti di finale con un rocambolesco 8-7 dal Regno delle 2 Sicilie, risultato poi primo nella classifica generale e grande favorito per la vittoria finale. Alla fine dei giochi nella classifica finale uscita sul quotidiano locale Il Tirreno, che segue molto da vicino il trofeo Bernesto, i Grand Theft sono stati classificati come quinta forza dell'intero torneo. La fine del torneo quets'anno è prevista per febbraio-marzo.
Non solo, ma il CIPUST calcio a 5 si è dotato anche di un proprio blog, su cui compaiono gli articoli delle gare. Ovviamente seguiremo le vicende del CIPUST calcio a 5 anche sul nostro blog.

domenica 31 ottobre 2010

Tirrenia mastica amaro: allo Sporting il derby

SPORTING - TIRRENIA 3-1
Sporting. Giardina, Di Prete, Capocchi, Lischi, Greco, Cionini, Artigiani, Mancuso, Ena, Chiavacci, Mariotti. A disp. Nocera, Simoncelli, Polonia, Bracci, Savino, Simonelli, Fontana.
Tirrenia. Romoli, Arena (65' Spagnolo), Costa, Cini (83' Gerosolimo), Martelloni, Merli, Welew, Perniconi, Di Girolamo, Rametta, Gallicchio (72' Bandini). A disp. Boldrini M. All. Boldrini M.
Arbitro. Corti di Pisa.
RETI: 6' Mancuso, 29' Rametta, 62' Mariotti, 69' Greco.
NOTE: ammoniti Mariotti, Di Girolamo, Artigiani.

Finisce con lo stesso risultato della gara di Coppa il derby tra Sporting e Tirrenia, con i locali che con questi tre punti raggiungono la vetta della classifica. Una partita analoga nel punteggio e nell'andamento: uno a uno al termine del primo tempo e due reti dello Sporting nella ripresa, ma il Tirrenia a livello di atteggiamento è entrato in campo sicuramente con maggior temperamento, senza essere premiato dal risultato anche per non aver capitalizzato alcune favorevoli occasioni. Il terreno di gioco è al limite della praticabilità e Corti dopo un consulto con i due capitani decide di far dare una ripassata di gesso alle righe e iniziare. L'inizio del Tirrenia è interessante, con Martelloni che taglia in area una velenosa e tesa punizione, che lambisce il secondo palo con Cini appostato che non ci arriva di un soffio. Il primo affondo dei locali è però un macigno sulla strada del Tirrenia: Mancuso si gira al limite dell'area e calcia in modo improvviso in direzione dell'incrocio, Romoli è in ritardo e lo Sporting passa in vantaggio. La rete è una doccia fredda sulla buona volontà del Tirrenia, che fatica a riordinare le idee. Bisogna aspettare la mezzora per il pareggio, quando sugli sviluppi di un angolo di Perniconi, è Cini a rimettere in mezzo e Rametta in spaccata ad anticipare Di Prete per il pareggio meritato dei biancoverdi. Il finale del tempo vede la reazione veemente e rabbiosa dello Sporting, che avrebbe la possibilità di concretizzare alcune mischie, ma nè Mancuso, nè Mariotti trovano lo spazio per trafiggere il muro del Tirrenia. La ripresa però si apre in modo diverso: sotto una violenta pioggia è il Tirrenia a schiacciare lo Sporting nella propria porzione di campo e scaturiscono anche delle nitide occasioni. Al 50' l'incornata di Rametta su angolo sembra vincente, ma Di Prete appostato sul secondo palo salva sulla linea. Sull'angolo successivo Perniconi serve Gallicchio al limite dell'area minore, e la girata del biondo esterno tirreniese lambisce il palo. Dopo diversi minuti di assedio il contropiede dello Sporting è fatale, Mancuso vince un break su Perniconi a centrocampo e lancia Mariotti, che solo davanti a Romoli spara a rete il vantaggio. Bravo lo Sporting a capitalizzare, ovvero a fare quello che il Tirrenia non è riuscito in avvio di ripresa. Tirrenia che però viene punito oltre i propri demeriti nei minuti successivi. Infatti al 67' Di Girolamo conquista una punizione dal limite: la botta di Martelloni è impressionante, ma picchia nel palo interno e rientra in campo col portiere rimasto di sale. Il circolo vizioso della sfortuna si chiude sul capovolgimento di fronte, quando su palla inattiva Giachetti anticipa Arena e di ginocchio gonfia la rete per la terza volta. A venti minuti dalla fine, l'incontro è ormai compromesso, ma al Tirrenia va dato il merito di provare fino all'ultimo a cercare quel goal che riaccenderebbe le speranze, su un terreno dove tutto è possibile. L'inserimento di Bandini, su un campo non consono alle sue caratteristiche, è finalizzato proprio alla ricerca di imprevedibilità. Al 75' si gira bene Di Girolamo, ma il portiere riesce a bloccare la sua conclusione. Qualche mischia, tiri rimpallati e palloni che scivolano sul fondo con lo Sporting che nel recupero potrebbe anche segnare la quarta rete, ma il buon Merli salva con l'aiuto di una pozzanghera. Migliore in campo nel Tirrenia è Martelloni.


I risultati di giornata dicono che lo Sporting raggiunge in vetta a quota nove lo SPAS Staffoli, sconfitto in quel di Pontedera dalla Bellaria. Il Vada rifila un sonoro 5-0 al Chianni e la sorpresa è il Sasso Pisano, che sconfitto dal Tirrenia all prima e da lì non più perdente, capace oggi financo di battere 4-2 la strafavorita Casale Marittimo. Campionato incertissimo dunque, ma il Tirrenia deve, con consapevolezza e tranquillità, fare quadrato e radunare le forze per cercare di unire alle buone prestazioni anche i punti, che finora per un motivo o per un altro (sconfitte al 94esimo incluse) sono arrivati solo parzialmente.
In settimana prevista una doppia seduta di allenamento sul campo di Coltano il martedì e il venerdì sera e un'amichevole infra settimanale contro la Marinese degli ex Bardelli e Musu.